Tali segmenti, provenienti da qualsiasi organismo, possono essere a loro volta inseriti in cromosomi di organismo diversi o, comunque, in altre sequenze di DNA, come quelle dei virus, o nei plasmidi dei batteri.
L’inserimento di sequenze nucleotidiche normalmente estranee ad una molecola di DNA dà origine a una nuova molecola, detta DNA ricombinante.
Questo nuovo DNA contiene una sequenza di informazione appositamente introdotta per uno scopo e permette, all’organismo in cui viene inserito, di produrre una proteina che prima non era in grado di sintetizzare.
Una volta adoperati gli stessi enzimi di restrizione sia per ottenere il frammento di DNA interessato sia nel plasmide, l’enzima DNA ligasi rende possibile l’ibridazione tra le due molecole, generando la molecola di DNA ricombinante.